Malattia per tutti

PARTITE-iVA-41
Se sei un lavoratore autonomo e ti ammali è l’inizio del dramma. Consegnato in consiglio comunale una mozione che chiede diritti e tutele anche per i lavoratori autonomi colpiti da malattia grave o prolungata. 
Se sei un lavoratore dipendente puoi prenderti il diritto alla malattia, fino a diciotto mesi, se sei una partita iva inizia il calvario. Perché se sei una lavoratrice, o un lavoratore autonomo, se non lavori non guadagni. Perché se sei una lavoratrice, o un lavoratore autonomo, non hai diritto alla malattia, se non per periodi simbolici e con sussidi ridicoli. Mentre nel frattempo lo Stato continua a chiederti tutte le tasse, ignorando il tuo status di malato.
Le possibilità per un surrogato di tutela sulla malattia per il lavoratore autonomo è di aprire una assicurazione collegata a un fondo pensione che però fa presto a costare circa 80€ al mese che in un anno sono poco meno di 1000€, una mensilità. Se non vengono parificate le condizioni di assistenza minime per i lavoratori subordinati, parasubordinati e autonomi continueremo ad avere differenze sostanziali tra persone che magari fanno la stessa mansione lavorativa.
La storia di Daniela Fregosi, nome di battaglia Afrodite K, è da esempio: dalle pagine del suo blog racconta la sua storia di lavoratrice autonoma colpita da un tumore al seno. C’è anche la petizione online che ad oggi ha raccolto oltre 78mila firme, firmatela anche voi se la condividete. Dalla sua battaglia il testo che presenteremo in Consiglio Comunale a Reggio Emilia che è stato già portato avanti in Consiglio Regionale della Toscana e della Puglia e in altri consigli comunali d’Italia.
PDF-Logo ODG pro lavoratori autonomi colpiti da grave malattia