Tutele per i lavoratori autonomi, ok del Consiglio Comunale

Oggi su Prima Pagina, che ringrazio, riprendono la notizia dell’approvazione della mozione pro lavoratori autonomi in Sala del Tricolore. Dopo l’approvazione in Regione Toscana e Puglia e in molti altri comuni italiani la battaglia della lavoratrice Daniela Fregosi (http://tumoreseno.blogspot.it) per il riconoscimento delle tutele ai lavoratori autonomi in caso di grave malattia va avanti. La campagna punta a fare massa critica dal basso sul Governo nazionale, il testo della mozione sarà inviato a Ministero del Lavoro, Consiglio dei Ministri, Parlamento e Regione Emilia Romagna; ho già girato a dei consiglieri regionali amici il testo.
Cosa si chiede?
La mozione chiede al Presidente del Consiglio ed al Ministro del Lavoro azioni fattibili e realizzabili: diritto ad una indennità di malattia che copra l’intero periodo di inattività, il diritto ad un’indennità di malattia a chi abbia versato all’INPS almeno 3 annualità nel corso della sua intera vita lavorativa, un indennizzo relativo alla malattia uguale a quello stabilito per la degenza ospedaliera quando ci si deve sottoporre a terapie invasive ( chemio, radio etc), il riconoscimento della copertura pensionistica figurativa per tutto il periodo della malattia, la possibilità di sospendere tutti i pagamenti (INPS, IRPEF), che saranno poi dilazionati e versati a partire dalla piena ripresa lavorativa senza maggiorazioni in termini di more, la possibilità di escludere i lavoratori autonomi ammalati dagli studi di settore.
prima pagina 3 marzo 2015, lavoratori autonomi

Un pensiero su “Tutele per i lavoratori autonomi, ok del Consiglio Comunale

I commenti sono chiusi.