SEI NEOFASCISTA? NIENTE SALE CIVICHE PER TE A REGGIO EMILIA

Approvata in Consiglio Comunale a Reggio Emilia il nuovo regolamento per l’uso delle sale civiche. Da oggi servirà una autodichiarazione dove il richiedente scrive nero su bianco che si rivede e rispetta la Costituzione Italiana, la Legge Mancino e lo Statuto Comunale: i documenti nazionali e locali contro il fascismo e l’odio.

Ieri, Lunedì 8 Aprile, abbiamo votato la revisione del regolamento per l’uso delle sale civiche del consiglio comunale. Abbiamo dato seguito, come tante altre città in Italia, alla richiesta di cittadini e associazioni antifasciste di evitare che gruppi e partiti neofascisti utilizzano i locali pubblici per fare apologia di fascismo e inneggiare ai crimini d’odio.

Da oggi servirà una autodichiarazione dove il richiedente scrive nero su bianco che si rivede e rispetta la Costituzione Italiana, la Legge Mancino e lo Statuto Comunale: i documenti nazionali e locali contro il fascismo e l’odio.
Per me un atto importante perchè mantengo la parola data ad anziani partigiani dell’Anpi circa un anno fa.

Hanno votano contro Forza Italia e Fratelli d’Italia e non ha partecipato al voto il grillino Panarari Cristian, a loro si vede va bene che neofascisti utilizzino le sale civiche del Comune di Reggio Emilia.

Lascia un commento