Sì alla convenzione: Istoreco gestirà la Sinagoga di Reggio Emilia

Approvata in consiglio comunale con voto unanime di tutti i gruppi politici la mozione per valorizzare la sinagoga di Reggio Emilia dando la gestione capofila all’istituto storico Istoreco. 🕎✡🕍

La Gazzetta di Reggio riporta la discussione avvenuta in Consiglio Comunale sulla gestione della Sinagoga di Reggio Emilia.

Nel corso degli ultimi 25 anni Istoreco ha promosso numerose ricerche sulla storia della Comunità ebraica reggiana e sui suoi luoghi di culto. Queste ricerche hanno messo Istoreco in contatto con altri centri in provincia che furono sede di comunità locali (Correggio, Guastalla, Scandiano, Brescello, Novellara) e con istituzioni di ricerca a livello nazionale ed internazionale (Museo ebraico Bologna, CDEC Milano, Jüdisches Museum Berlin, Galicia Jewish Museum Cracovia, Museum of the Jewish People Tel Aviv).

In occasione della Giornata europea della Cultura Ebraica e durante le visite guidate che Istoreco da anni organizza su richiesta di scuole, associazioni e gruppi turistici, si è potuto verificare il grande interesse per il tema dell’ebraismo in Italia e dei suoi luoghi autentici. Anche nell’ambito del 27 gennaio, Giorno della Memoria, sono sempre molto partecipate le iniziative che affrontano le tematiche della deportazione e dello sterminio.

La Comunità ebraica italiana è la più antica in Europa, presente sulla penisola da più di duemila anni. Per cinquecento anni, anche a Reggio Emilia, ha vissuto e lavorato una comunità importante che arrivò a contare 900 persone, cioé il 6% della popolazione reggiana. Ciononostante, la conoscenza della cultura ebraica fu sempre poco diffusa e spesso questa mancanza sfociò in emarginazione quando non addirittura in persecuzione.

Gestire la Sinagoga di Reggio Emilia per Istoreco vorrebbe dire informare sulla storia reggiana, rendere visibile la cultura ebraica, commemorare le vittime della deportazione e promuovere i diritti umani oggi.

Una iniziativa alla Sinagoga di Reggio Emilia.

All’interno di una convenzione pluriennale per la gestione culturale, Istoreco si impegnerebbe a produrre mostre, presentazioni di libri e conferenze, attività didattiche e visite guidate, oltre alla realizzazione progressiva di pannelli storici permanenti.

In collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con la Comunità ebraica di Modena e Reggio si arriverebbe così all’apertura al pubblico di un luogo importante della storia reggiana. Durante le attività da proporre Istoreco coinvolgerebbe anche il Cimitero ebraico della Canalina e l’archivio della Comunità, interamente conservato presso l’Archivio di Stato.

Il progetto di Istoreco vedrà l’impegno di personale dell’istituto per gestire le aperture della sinagoga di Reggio Emilia, rendendo visibile un ambito di studio e ricerca in un luogo prezioso e offrendo la possibilità di potenziare l’offerta storico-culturale della città. Infine, nell’ambito di future progettualità europee, di rapporti internazionali del Comune di Reggio Emilia e nel dialogo con le città gemellate, Istoreco sarà attivo per la conoscenza diffusa e la valorizzazione di questo prezioso Luogo di Memoria.

Fatto salvo delle manutenzioni ordinarie, straordinarie e delle utenze he rimangono in capo al Comune come da convenzione già in essere, Istoreco si proposta di gestire lo stabile senza canoni annuali onerosi fissi per il Comune per l’attività ordinaria. Proposta votata all’unanimità da tutti i gruppi politici anche perché la stessa Comunità Ebraica di Modena e Reggio Emilia ha dato un plauso all’attività di Istoreco. La contribuzione economica avverrà solo base di progetti richiesti dell’amministrazione o definiti insieme all’Istituto di volta in volta.