EX_Associazione Donne Migranti Italia-Somalia, Copertina FB Sahib

Come le esperienze positive di cooperazione internazionale possono migliorare la vita delle persone in Africa? Un esempio è il progetto MIDA Youth finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri che ha creato lavoro per venti ragazzi e ragazze somale under 35 a Kismayo.

76

 

 

 

 

 

La cooperativa è già attiva e si occupa di informatica e stampa con ottimi successi, finanziata per 60.000€ ha coinvolto partner somali come SAAB Foundation e italiani come Filef e l’associazione Donne Migranti Italia-Somalia in Emilia Romagna guidata dalla Dottoressa Layla Yusuf che presenterà il progetto Venerdì 18 Maggio alle 17.30 in Comune a Reggio Emilia, Piazza Prampolini 1, all’evento SAHIB (L’amicizia) tra Italia e Somalia che coinvolgerà relatori importanti equalificati tra cui Laura Salsi, presidente di FILEF (Federazione Italiana Lavoratori Emigranti e Famiglie) e Luca Bosi, presidente di Boorea Cooperativa, due associazioni che da anni promuovono progetti di solidarietà per lo sviluppo umano e la lotta alle diseguaglianze.

Da questo esempio concreto realizzato dalla collaborazione i relatori parleranno di temi compressi come la cooperazione allo sviluppo per far crescere i paesi del terzo mondo e il benessere delle persone per frenare l’emigrazione economica. Sarà anche il momento per interloquire sulla situazione oggi della Somalia e del Corno d’Africa. Infatti tra i relatori sarà presente anche Don Paolo Cugini, parroco presso l’ unità pastorale 5 “Santa Maria degli Angeli” a Reggio Emilia e missionario “fidei donum” in Brasile per lungo tempo dal 1998 al 2013 e  Mario Raffaelli già Sottosegretario agli Affari Esteri e inviato speciale del Governo per il Corno d’Africa per il Governo Italiano e ora Presidente di Amref ItaliaL’Assessore alla città internazionale Serena Foracchia del Comune di Reggio Emilia coordinerà l’importante evento. 

 

 

gay-9338.660x368

Ho consegnato un documento PD, Mdp e Sinistra Italiana perché il Comune di Reggio Emilia supporti il Mantova Pride del 16 Giugno. Non ci scordiamo l’impegno degli amici di Mantova per il REmilia Pride del 3 Giugno 2017.

Dopo il REmilia Pride organizzato da Arcigay Reggio Emilia continua il progetto del pride mediopadano che coinvolge Reggio Emilia, Parma, Modena e Mantova. I Pride sono una risposta gioiosa, pacifica e civile, a chi promuove omofobia e transfobia  nel nostro territorio e a livello nazionale. Il Comitato promotore di Mantova chiede alle istituzioni e alla società civile di aderire e scendere in piazza per i diritti e contro le discriminazioni. Il Mantova Pride del 16 Giugno sarà l’occasione per coniugare i valori tradizionali di accoglienza e democrazia reggiani con le istanze di un movimento che fa ancora i conti con una discriminazione sostanziale e giuridica nel nostro Paese.  

Anche sul nostro territorio la paura e la repressione portano molte persone omosessuali e transessuali a vivere il proprio orientamento, la propria identità di genere come un ostacolo, vivendo una vita non sincera verso sé stessi e gli altri. Mantova Pride è l’evento che vuole stimolare a realizzare sé stessi attraverso il coming out, non solo quello LGBTI, ma anche quello che dovremmo fare tutti noi per affermare la nostra identità e dimostrare l’orgoglio della molteplicità umana. È lo strumento per tutti coloro che hanno bisogno di vedere che non sono soli. Questa è dunque l’occasione per portare a Mantova e nel territorio mediopadano consapevolezza e voglia di vivere il proprio orientamento sessuale, identità di genere o, semplicemente, la propria caratteristica. Promuoviamo una vita trasparente per tutti noi. Scegliamo insieme di estirpare quelle dinamiche ovattate dove i più giovani devono fare i conti con la propria identità senza avere la semplice opportunità di Diventare Ciò Che Sono. Coming out, “l’uscire fuori” diventa il percorso da compiere per tutti coloro che si riconoscono in questo concetto. La bandiera Rainbow, simbolo della comunità omosessuale nel mondo, è vessillo di uguaglianza attraverso la coesistenza della moltitudine di colori che la compongono.

Nel documento politico della manifestazione di Mantova si trattano i temi della parità dei diritti, della tutela dei singoli e delle singole, della legittimazione dei legami affettivi e genitoriali e la laicità delle istituzioni, ma le rivendicazioni della comunità LGBTI sono inserite nella cornice più ampia delle politiche di welfare, del lavoro e delle politiche educative di contrasto al sessismo e alla violenza di genere. Qui è possibile leggere la piattaforma del Mantova Pride.

mantova pride

Il Consiglio Comunale di Reggio Emilia esprime
Adesione e sostegno alla manifestazione del Mantova Pride che si svolgerà il 16 Giugno 2017 a Mantova e alle iniziative precedenti che vedranno coinvolto il territorio mediopadano.

Impegna il Sindaco e la Giunta
A rilasciare il patrocinio non oneroso alla manifestazione. Il logo del Comune entrerà a far parte della comunicazione web e cartacea del Mantova pride.

Invita inoltre il Sindaco e la Giunta

  • Di dare comunicazione alla stampa del supporto dell’amministrazione al Mantova Pride e a promuovere con i propri canali e tra i propri cittadini il Mantova Pride e le sue iniziative.
  • Il Sindaco o suo delegato, a partecipare con la fascia tricolore al corteo del 16 Giugno 2018.
    Ci sarà anche la possibilità di ospitare il gonfalone del Comune.
  • Arcigay Gioconda è disponibile a supportare iniziative pubbliche congiuntamente con l’amministrazione sul territorio sui temi del Pride prima del 16 Giugno.

PDF-Logo

Mozione pro Mantova Pride

dora-9677.660x368
Ho donato il compenso del mese di Marzo da consigliere comunale a
Dora – Emporio Solidale, ho comprato 60 kg di carne e pesce in scatola per le famiglie bisognose della città.

 
L’Emporio solidale di DarVoce: Centro Servizi Volontariato e del Comune di Reggio nell’Emilia si trova in Viale Trento Trieste, è aperto al pubblico due giorni a settimana: il mercoledì pomeriggio ed il sabato mattina per un totale di sei ore settimanali. Nel primo anno, sono state effettuate 98 aperture per servire le 51 famiglie tesserate, per un totale di 179 persone aiutate fra cui 79 minori.  Un servizio lodevole che conosciamo bene con il Circolo Arci Gardenia e che abbiamo supportato già altre volte.
 

In questo primo anno di attività sono stati assegnati dall’Emporio 53.166 prodotti, fra alimentari, cura della casa e igiene, per un totale di 752.786 punti spesi dalle famiglie. Il risparmio per le famiglie è stimabile in oltre 75.000 euro. E va sottolineato che il dato economico è fortemente sottostimato, perché il corrispettivo del prezzo in punti è ribassato rispetto al prezzo di mercato. A questo conteggio vanno aggiunti i 7.229 prodotti (per un valore di oltre 7.200 euro) donati a Caritas locali, altre associazioni locali e alla Rete degli Empori Regionali.

LEGGI DI PIU’ SUL PROGETTO DI DORA EMPORIO SOLIDALE

Se volete fare anche voi una donazione, conoscere il progetto o diventare volontari di Dora potete chiamare il 392 8642482 o info@emporioDORA.it, trovate maggiori informazioni sul sito www.emporiodora.it

giovanni diamantiL’affluenza a Reggio ha sfiorato il 79%, in calo rispetto all’83,5% della due giorni per la precedente tornata elettorale di cinque anni fa. Ed è stata profondissima l’emorragia di voti registrata dai dem rispetto alle ultime Politiche: reduce dal 50,3% del 2008, il 24 e 25 febbraio 2013 alla Camera il Pd aveva preso 128.139 voti, pari al 40,9% (al Senato raggiungeva il 43,2%). Il M5s era a quota 24,2% (al Senato diventava il 22,6%), la Lega aveva appena il 2,4%. Uno scenario completamente rivoluzionato dal voto di domenica: alla Camera, il Pd prende 84.750 voti, pari al 29,2%, scavalcato di un soffio dal M5s, arrivato a quota 86.419 voti in provincia, raggiungendo il 29,4% in un testa a testa con i dem.

Quindi dove ripartire? Per gli iscritti del PD di Reggio Emilia e votanti del centrosinistra si proveranno a dare delle risposte e si ascolteranno gli interventi

Martedì 27 Marzo alle ore 21.00 al Circolo C.S.Catomes Tôt in Via Guido Panciroli 12. 

L’iniziativa del PD della città di Reggio Emilia è organizzata dal Circolo Darwin e coinvolgerà l’analista di Youtrend Giovanni Diamanti.  

Analisi del voto 27 Marzo

fuori-i-fasci1
D’ora in avanti gli spazi pubblici comunali e il patrocinio dell’ amministrazione comunale potranno essere concessi solo a coloro (forze politiche, associazioni e semplici cittadini), che sottoscrivano una dichiarazione di rispetto della Costituzione italiana, con particolare riferimento alla XII disposizione transitoria e finale che attiene alla ricostituzione del disciolto partito fascista.

Inoltre viene stabilito che nei regolamenti attuativi siano esplicitamente inseriti i richiami alla Costituzione, alla legge Mancino e alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’ Uomo.

La mozione e’ passata con 21 voti a favore espressi da Pd, Articolo 1 mdp Sinistra italiana e Movimento 5 stelle e 4 contrari: FdI, Forza Italia e liste civiche di destra.
ANTIFASCISMO REGGIO EMILIA

LEGGI LA MOZIONE APPROVATA IN COMUNE E PRESENTALA NEL TUO COMUNE

Un perimetro vincolante e invalicabile quello che dovrà essere definito dal regolamento e dalle disposizioni comunali, che è poi stato rafforzato ulteriormente con l’ approvazione di un ordine del giorno (a firma Giorgio Campioli del Pd), nel quale si dice che gli spazi e i patrocini in conformità alla Costituzione antifascista non devono essere concessi ad anche a coloro che sostengono il negazionismo, di fatti storici legati al fascismo e al nazifascismo, al terrorismo, allo stragismo, all’ incitazione all’ odio razziale ai totalitarismi, fin anche alla violenza di genere.

1 2 3 4 74