banderia lgbti gay reggio emilia

🏳‍🌈 Supporta la legge contro l’omotransfobia. Porta nel tuo comune la mozione.

E’ il momento di attivarci dai territori per far sentire la nostra voce. A Reggio Emilia presenteremo il documento in sostegno alla legge contro l’omotransfobia, scarica il documento e portarlo nel tuo Comune.

Il 40,3% delle persone Lgbti, inoltre, afferma di essere stato discriminato nel corso della vita (il 24% a scuola o università, il 29,5% nel corso di una ricerca di lavoro, il 22,1% sul lavoro). Infine, il 23,3% della popolazione omosessuale/bisessuale ha subito minacce e/o aggressioni fisiche a fronte del 13,5% degli eterosessuali.

Si è assistito a una vera e propria escalation dei crimini d’odio legati all’orientamento sessuale e all’identità di genere, azioni di violenza inaudita, spesso commessi da gruppi nei confronti di singole persone identificate come omosessuali o di coppie omosessuali, anche nel pieno centro di molte città italiane

CON LA LEGGE ZAN POTRANNO ESSERE PUNITI ALLO STESSO MODO I REATI DI DISCRIMINAZIONE FONDATI ORIENTAMENTO SESSUALE, SESSO, GENERE E IDENTITÀ DI GENERE.

L’inchiesta del giornalista de L’Epresso Simone Alliva nel 2016 aveva censito notizie riguardanti 109 episodi di omobitransfobia; nel 2017 il dato è salito a 144, poi nel 2018 è arrivato a 211 casi e nel 2019 a 212.

L’Italia ha l’occasione concreta di colmare un vuoto giuridico oramai divenuto insopportabile e che espone quotidianamente le vittime dell’odio di genere, orientamento sessuale e identità di genere di tutto il Paese ad un’assenza di tutele specifiche.

Vogliamo che il Parlamento approvi finalmente la legge Zan, per questo anche a Reggio Emilia ci attiviamo e Lunedì presenteremo in Sala del Tricolore la mozione che da sostegno al progetto di legge, perchè nessuna persona omosessuale o donna si senta mai più lasciata sola o non tutelata pienamente dalla legge.

Invito tutti gli amministratori amici a presentare il documento nel proprio comune e tutti i bravi cittadini a sollecitare il proprio sindaco a attivarsi per dare il sostegno alla legge contro l’omotransfobia.